VespaForever pubblicizza la tua azienda ricambi Vespa sul nostro forum

Quesito anticipo motore Sprint

Informazioni per un corretto restauro della Vespa

Moderatori: JasonPX, Mimmo, 150, Gianluca, andre45wasp, Moderatori

Avatar utente
andre45wasp
moderatori
moderatori
Messaggi: 5319
Iscritto il: 29/01/2015, 23:04
LocalitĂ : Pavia

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda andre45wasp » 01/02/2018, 9:58

A ok :wink: in questo forum nn si finisce mai di imparare :shy:
Grande Franz :big_smile: :wink:
Immagine

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
marcello4895
utente
utente
Messaggi: 1643
Iscritto il: 01/02/2015, 12:54
LocalitĂ : Toscana

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda marcello4895 » 01/02/2018, 11:04

Fai la prova a PMS muovendo a tornare indietro e poi in avanti il volano tornando al PMS, se le puntine si aprono e si chiudono esattamente sul PMS dovrebbe andare bene.
Immagine

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
p3pp3
utente
utente
Messaggi: 229
Iscritto il: 24/09/2017, 16:00
LocalitĂ : Trapani

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda p3pp3 » 01/02/2018, 14:08

L'anticipo dovrebbe essere regolato correttamente, non si dovrebbe andare a spanne.
Con gli statori a puntine si può usare questo metodo
https://m.youtube.com/watch?v=5Di4U_QWbsU
https://m.youtube.com/watch?v=gNlLtLdXNz0

Che rappresenta un eccellente punto di partenza, poi magari si può rifinire con stroboscopica se proprio si vuole essere precisi.

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
franzpero
utente
utente
Messaggi: 1592
Iscritto il: 16/02/2015, 9:07
LocalitĂ : Verona

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda franzpero » 01/02/2018, 17:07

marcello4895 ha scritto:Fai la prova a PMS muovendo a tornare indietro e poi in avanti il volano tornando al PMS, se le puntine si aprono e si chiudono esattamente sul PMS dovrebbe andare bene.

Ciao, Marcello ti posso garantire che le puntine aprono proprio li. Il mio dubbio era la differenza sul volano montato che invece porta i 28°scoperta oggi ma che in realtà ha funzionato con anticipo da 22° da sempre.
Francesco

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
franzpero
utente
utente
Messaggi: 1592
Iscritto il: 16/02/2015, 9:07
LocalitĂ : Verona

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda franzpero » 01/02/2018, 17:11

p3pp3 ha scritto:L'anticipo dovrebbe essere regolato correttamente, non si dovrebbe andare a spanne.
Con gli statori a puntine si può usare questo metodo
https://m.youtube.com/watch?v=5Di4U_QWbsU
https://m.youtube.com/watch?v=gNlLtLdXNz0

Che rappresenta un eccellente punto di partenza, poi magari si può rifinire con stroboscopica se proprio si vuole essere precisi.

Ciao, conosco bene quei video, ma sono superficiali a stecca.....lasciamo perdere.
Ti posso garantire che il tutto è stato fatto rispettando la legge del goniometro.
La cosa che mi ha sorpreso è il fatto di un volano per motore a 28°di anticipo, che da sempre, almeno per me ha sempre funzionato a 22°
Francesco

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
p3pp3
utente
utente
Messaggi: 229
Iscritto il: 24/09/2017, 16:00
LocalitĂ : Trapani

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda p3pp3 » 01/02/2018, 17:52

Infatti parlavo di punto di partenza, da rifinire con strobo.
Io lo definisco un eccellente punto di partenza (sempre meglio di chi viaggia ad muzzum)

E poi non era mia intenzione criticare il tuo modus operandi.
:icon_smile:

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
p3pp3
utente
utente
Messaggi: 229
Iscritto il: 24/09/2017, 16:00
LocalitĂ : Trapani

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda p3pp3 » 01/02/2018, 19:03

franzpero ha scritto:osservando il volano dall'interno vediamo delle barrette e dei pezzi di metallo semicircolari che ricordano la forma delle bobine. Questi servono a trasmettere il campo generato dai magneti in maniera parallela alle bobine mano a mano che le incontrano nel moto circolare ( se no non ci sarebbe produzione di campo elettrico ). Normalmente noi quando registriamo l'anticipo pensiamo a controllare dove aprono le bobine, ma per aver una alimentazione della candela e quindi della scintilla occorre controllare anche come viene eccitata la bobina relativa alle puntine, praticamente si regola, il timing ( termine armiere relativo ai tempi di scatto di un'arma da fuoco ma in questo caso calza parecchio ) cioè il momento in cui avviene il massimo caricamento della bobina prima dell'apertura delle punte in questo modo si ottiene la massima potenza della scintilla.
Come si fa? è semplicissimo più difficile da spiegare che da fare ed effettivamente il motore rende molto di più naturalmente si tratta di uno a puntine, nelle accensioni elettroniche ci pensa la centralina.
Procedura: nel nostro caso a noi interessa l'espansione diametralmente opposta alla sede della chiavetta dell'albero , si trova la sua linea mediana e la si riporta sulla circonferenza del volano con un pennarello indelebile ( blu nel mio caso ) poi sullo statore si trova la linea mediana della bobina relativa alle puntine, la si riporta sul carter con un segno ( nel mio caso verde ). Perché la fasatura sia corretta al momento dell'apertura delle punte cioè il rif, anticipo sul rif. PMS il segno blu deve aver superato il segno verde con un angolo compreso tra i 10° e i 12°. Se ciò non sussiste si registra anticipando o ritardando lo statore.
Pensa questo metodo me lo ha insegnato un vecchio meccanico e questo non usava goniometri e quant'altro, solo un tondino di ottone che si era graduato lui per determinare il PMS in base alla corsa del pistone. Poi tutte le regolazioni ad occhio ma le vespe volavano.
Scusa la prolissitĂ  ma non avevo altro modo per spiegartelo.
Francesco


Allora, sono andato a leggermi finalmente questo tuo intervento visto che oggi non avevo trovato ancora il tempo di farlo.
Non conoscevo questa procedura, però vorrei fare un'osservazione e mi piacerebbe sapere cosa ne pensi a proposito, quindi:
da quello che hai scritto mi sembra che in ogni caso il punto in cui scocca la scintilla viene sempre deciso dalle puntine, il discorso della "espansione polare" è solo per avere la massima efficienza della scintilla?
Se così è non c'entra con la fase dell'anticipo che in ogni caso viene deciso dall'apertura delle puntine, ma semmai potrebbe essere un discorso di "messa a punto" totale dell'accensione che porta ad una migliore resa per via di una scintilla più vigorosa e quindi migliore combustione.

Io intanto vado ad approfondire su google

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
franzpero
utente
utente
Messaggi: 1592
Iscritto il: 16/02/2015, 9:07
LocalitĂ : Verona

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda franzpero » 02/02/2018, 8:33

p3pp3 ha scritto:Allora, sono andato a leggermi finalmente questo tuo intervento visto che oggi non avevo trovato ancora il tempo di farlo.
Non conoscevo questa procedura, però vorrei fare un'osservazione e mi piacerebbe sapere cosa ne pensi a proposito, quindi:
da quello che hai scritto mi sembra che in ogni caso il punto in cui scocca la scintilla viene sempre deciso dalle puntine, il discorso della "espansione polare" è solo per avere la massima efficienza della scintilla?
Se così è non c'entra con la fase dell'anticipo che in ogni caso viene deciso dall'apertura delle puntine, ma semmai potrebbe essere un discorso di "messa a punto" totale dell'accensione che porta ad una migliore resa per via di una scintilla più vigorosa e quindi migliore combustione.

Io intanto vado ad approfondire su google

Ciao, hai capito il punto serve a questo ed infatti una volta calcolato correttamente l'anticipo, praticamente è a posto, se non lo è basta regolare bene lo statore.
Tranquillo non avevo interpretato come una critica quanto detto da te, solo che ( secondo me ) quei filmati sono un po' tirati via e possono portare ad errori un neofita.
Francesco

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
p3pp3
utente
utente
Messaggi: 229
Iscritto il: 24/09/2017, 16:00
LocalitĂ : Trapani

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda p3pp3 » 02/02/2018, 19:57

franzpero ha scritto:Pensa questo metodo me lo ha insegnato un vecchio meccanico e questo non usava goniometri e quant'altro, solo un tondino di ottone che si era graduato lui per determinare il PMS in base alla corsa del pistone. Poi tutte le regolazioni ad occhio ma le vespe volavano.


Mi scuso per l'OT, ma questa parte ha evocato in me piacevoli ricordi di quando ero ragazzo e lavoravo in officina (non è che ora sia anziano, sono appena entrato negli anta :big_smile: )
Erano i tempi del Cagiva Mito per intenderci, e per riallacciarmi al discorso di sopra a quei tempi non c'era quasi internet e la miniera di informazioni che abbiamo oggi, non si usavano i pc in officina come oggi, non c'erano tutti i pezzi racing di ora (cambi con quarta corta ad esempio) e quindi come dice franzpero contava l'esperienza, la fantasia, ma soprattutto L'ORECCHIO.

Mi ricordo che il principale il sabato pomeriggio mi invitava ad andare con lui (ed io ovviamente accettavo perché in quei frangenti rubavo con gli occhi e le orecchie :big_smile: ed imparavo), si andava presso la pista dismessa di un vecchio aeroporto in una zona internata dove non ci disturbava nessuno e con furgone si portavano le moto alle quali si era fatto dei lavori di preparazione (a quei tempi i 125 si elaboravano e volavano), nel rettilineo si provava (lui ) per effettuare le regolazioni di carburazione (si provavano le interazioni fra diversi spilli, polverizzatori, getti ecc.) Tutto ad orecchio ed esperienza, e non c'era banco prova.
Durante la settimana (diciamo pure durante la notte) questo signore si costruiva due tre scarichi diversi da provare e poi il sabato si testavano.
Immaginate per un "malato di motori" quale pacchia questa rappresentasse.

Per non parlare di cosa combinava sulle vespe, giĂ  circa 27 anni fa questo si autocostruiva e vendeva due versioni di cambio con quarta corta.

Bei tempi.

Fine OT :icon_smile:

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
andre45wasp
moderatori
moderatori
Messaggi: 5319
Iscritto il: 29/01/2015, 23:04
LocalitĂ : Pavia

Re: Quesito anticipo motore Sprint

Messaggioda andre45wasp » 02/02/2018, 21:54

Bei tempi si :big_smile: piu o meno abbiamo la stessa etĂ  anch'io entrato da poco negli anta :big_smile:
Ti capico benissimo .. io da quando ho iniziato a gattonare poi camminare sono sempre stato in mezzo a bici, motorini e moto nell'officina di mio padre di fianco casa.. solo che per anni ci ho vissuto con disinteresse ... la passione (forse subliminarmente) e venuta dopo.. :approve:
Immagine

  • Spazio pubblicitario

Torna a “Vespa: restauro - notizie storiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron