Restauro Vespa GS 160 1963

Informazioni per un corretto restauro della Vespa

Moderatori: JasonPX, andre45wasp, Mimmo, 150, Gianluca, Moderatori

Avatar utente
andre45wasp
moderatori
moderatori
Messaggi: 5433
Iscritto il: 29/01/2015, 23:04
LocalitĂ : Pavia

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda andre45wasp » 06/12/2018, 9:16

quoto ottimo lavoro!
bellissima la sella :mipiace: difficile trovare artigiani che lavorano così bene!
Immagine

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
Gianluca
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 218
Iscritto il: 23/01/2015, 16:31
LocalitĂ : Porto Garibaldi (FE)
Contatta:

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda Gianluca » 06/12/2018, 9:24

I miei complimenti, ottimo lavoro, sarĂ  bellissima! :mipiace:
e chi non Vespa in compagnia..
Aiuta Vespaforer con una donazione..http://www.vespaforever.net/donazioni.htm
Immagine
Grazie
Gianluca
http://www.facebook.com/gianluca.mari1

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 230
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 06/12/2018, 9:45

marcello4895 ha scritto:Gran bel lavoro!! :mipiace:

Grazie Marcello.

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
franzpero
utente
utente
Messaggi: 1639
Iscritto il: 16/02/2015, 9:07
LocalitĂ : Verona

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda franzpero » 06/12/2018, 10:12

Ciao, sta venendo veramente bene, è una vespa bellissima forse una delle più fascinose dal mio punto di vista ma ha un grade difetto il suo impianto elettrico che è veramente un rompicapo se non è ok. Infatti da questa foto che hai postato:
IMG-20181030-WA0007.jpg

Si vede che il cablaggio dei questo è stato abbondantemente modificato dalla mancanza della piastrina ai colori dei fili che fuoriescono dallo statore al colore dei fili che non corrispondono allo schema originale, guarda questa foto:
160GS 2 serie.jpg

A questo punto se si è deciso di eliminare la batteria, per me un sacrilegio, fai finta che io non ti abbia detto niente, se hai deciso di conservare la sua originalità stai attento perché ti infili in un ginepraio.
Stai attento che la cerchiatura della zona batteria non c'entra nulla con quanto ho detto ho solo recuperato la foto dai miei appunti.
Francesco

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 230
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 06/12/2018, 13:22

Grazie mille a tutti. Sieti gentilissimi.

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 230
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 06/12/2018, 13:27

franzpero ha scritto:Ciao, sta venendo veramente bene, è una vespa bellissima forse una delle più fascinose dal mio punto di vista ma ha un grade difetto il suo impianto elettrico che è veramente un rompicapo se non è ok. Infatti da questa foto che hai postato:
IMG-20181030-WA0007.jpg

Si vede che il cablaggio dei questo è stato abbondantemente modificato dalla mancanza della piastrina ai colori dei fili che fuoriescono dallo statore al colore dei fili che non corrispondono allo schema originale, guarda questa foto:
160GS 2 serie.jpg

A questo punto se si è deciso di eliminare la batteria, per me un sacrilegio, fai finta che io non ti abbia detto niente, se hai deciso di conservare la sua originalità stai attento perché ti infili in un ginepraio.
Stai attento che la cerchiatura della zona batteria non c'entra nulla con quanto ho detto ho solo recuperato la foto dai miei appunti.
Francesco

Ciao Francesco,
Quella è una delle prime foto del motore. Come hai correttamente notato, le bobine sono state riavvolte mettendo solo fili gialli. In un secondo momento i fili sono stati montati con colori originali poiché l'impianto rimarrà certamente con batteria.
Grazie degli apprezzamenti.

P.S. Giacché so che sei un esperto di elettronica e si percepisce, puoi spiegarmi la funzione delle bobine interne dello statore GS 160 rispetto a quello Sprint 150 in CA ad esempio o anche PX SF? E il meccanismo attraverso cui scocca la scintilla attraverso quest'impianto a corrente continua?

Grazie mille.
Saluti.

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 230
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 06/12/2018, 13:36

Aggiungo la foto del particolare della staffa per il tubetto di spurgo della vaschetta del carburatore.
IMG-20181206-WA0001-1.jpg

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 230
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 06/12/2018, 17:25

Rimontaggio iniziatooo.
IMG-20181206-WA0034.jpg

IMG-20181206-WA0038-1.jpg

IMG-20181206-WA0033-1.jpg

IMG-20181206-WA0035-1.jpg


Tra poco aggiornamenti su un curioso particolare.
Saluti.

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
franzpero
utente
utente
Messaggi: 1639
Iscritto il: 16/02/2015, 9:07
LocalitĂ : Verona

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda franzpero » 07/12/2018, 8:58

FrancescoVespista ha scritto:Ciao Francesco,
Quella è una delle prime foto del motore. Come hai correttamente notato, le bobine sono state riavvolte mettendo solo fili gialli. In un secondo momento i fili sono stati montati con colori originali poiché l'impianto rimarrà certamente con batteria.
Grazie degli apprezzamenti.

P.S. Giacché so che sei un esperto di elettronica e si percepisce, puoi spiegarmi la funzione delle bobine interne dello statore GS 160 rispetto a quello Sprint 150 in CA ad esempio o anche PX SF? E il meccanismo attraverso cui scocca la scintilla attraverso quest'impianto a corrente continua?

Grazie mille.
Saluti.

Ciao, non sono affatto un esperto di elettronica, diciamo che con l'elettrico della vespa mi arrangio abbastanza dati certi hobbies che ho avuto in gioventĂą.
Nel mondo vespa ci bazzico da circa 38 anni e la prima su cui misi mano per la parte elettrica fu proprio una GS come la tua di un mio caro amico e fu un vero e proprio delirio venirne a capo. Purtroppo tutti gli appunti che avevo preso li avevo dati a lui ed oggi sono andati perduti.
La differenza tra i modelli che citi è abissale, in quanto il sistema di accensione della GS avviene a spinterogeno alimentato dalla batteria , quindi se questa non carica bene la vespa non va. La bobina che usualmente nei modelli che hai citato alimenta il sistema di accensione nella GS alimenta direttamente la batteria che poi oltre alle luci stop e clacson alimenta la bobina di accensione che è a spinterogeno.
Cercando di restare il piĂą semplice possibile ti posto delle immagini.
Bobine GS, la CEAB ha fatto una cappella definendo questa bobina come di accensione mentre è di alimentazione:
GS.jpg

Ora il suo schema elettrico:
160GS 2 serie.jpg

Ecco la sprint Veloce:
Sprint Veloce.jpg

Altro grande vantaggio del sistema elettrico è che funziona solo con la chiave inserita ed impianto acceso, ottimo antifurto per i suoi tempi.
Francesco

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 230
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 07/12/2018, 10:39

franzpero ha scritto:
FrancescoVespista ha scritto:Ciao Francesco,
Quella è una delle prime foto del motore. Come hai correttamente notato, le bobine sono state riavvolte mettendo solo fili gialli. In un secondo momento i fili sono stati montati con colori originali poiché l'impianto rimarrà certamente con batteria.
Grazie degli apprezzamenti.

P.S. Giacché so che sei un esperto di elettronica e si percepisce, puoi spiegarmi la funzione delle bobine interne dello statore GS 160 rispetto a quello Sprint 150 in CA ad esempio o anche PX SF? E il meccanismo attraverso cui scocca la scintilla attraverso quest'impianto a corrente continua?

Grazie mille.
Saluti.

Ciao, non sono affatto un esperto di elettronica, diciamo che con l'elettrico della vespa mi arrangio abbastanza dati certi hobbies che ho avuto in gioventĂą.
Nel mondo vespa ci bazzico da circa 38 anni e la prima su cui misi mano per la parte elettrica fu proprio una GS come la tua di un mio caro amico e fu un vero e proprio delirio venirne a capo. Purtroppo tutti gli appunti che avevo preso li avevo dati a lui ed oggi sono andati perduti.
La differenza tra i modelli che citi è abissale, in quanto il sistema di accensione della GS avviene a spinterogeno alimentato dalla batteria , quindi se questa non carica bene la vespa non va. La bobina che usualmente nei modelli che hai citato alimenta il sistema di accensione nella GS alimenta direttamente la batteria che poi oltre alle luci stop e clacson alimenta la bobina di accensione che è a spinterogeno.
Cercando di restare il piĂą semplice possibile ti posto delle immagini.
Bobine GS, la CEAB ha fatto una cappella definendo questa bobina come di accensione mentre è di alimentazione:
GS.jpg

Ora il suo schema elettrico:
160GS 2 serie.jpg

Ecco la sprint Veloce:
Sprint Veloce.jpg

Altro grande vantaggio del sistema elettrico è che funziona solo con la chiave inserita ed impianto acceso, ottimo antifurto per i suoi tempi.
Francesco


Grazie delle spiegazioni.
Quindi la bobina interna alimenta la batteria e quest'ultima dĂ  corrente alla bobina esterna la quale fa scoccare la scintilla alla candela?
Un'altra cosa: in caso di scaricamento batteria, il motore non partirà con la pedivella...Però, se facciamo compiere la volano più giri avviandolo a spinta, partirà?
Cari saluti.

  • Spazio pubblicitario

Torna a “Vespa: restauro - notizie storiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite