VespaForever pubblicizza la tua azienda ricambi Vespa sul nostro forum

Restauro PX150E classe '82.

Informazioni per un corretto restauro della Vespa

Moderatori: JasonPX, Mimmo, 150, Gianluca, andre45wasp, Moderatori

Wolter
utente
utente
Messaggi: 144
Iscritto il: 25/09/2018, 9:31
LocalitĂ : Pisa

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda Wolter » 23/11/2018, 10:41

Jason rispetto tantissimo la tua opinione, ma non sono completamente d'accordo con te.
La filosofia alla base di questo restauro è: cercare di recuperare il più possibile i componenti originali, sostituendo solo l'indispensabile.
Sulla carrozzeria purtroppo non avevo scelta, lo stato di partenza non consentiva un recupero conservativo per me soddisfacente e le vernici di oggi, si sa, non sono le stesse dell'epoca: pace.
Il motore ha 18mila km originali, fatti tutti dallo stesso proprietario che ha sempre curato la manutenzione ordinaria e mai avuto problemi.
E' stato poi fermo diversi anni, ma prima di smontarlo andava in moto tranquillamente: cambio, frizione e tutto il resto era sempre al suo posto.
Sicuramente non è come nuovo ma credo (e spero, facendo gli scongiuri) che possa ancora andare avanti qualche anno, anche considerando l'utilizzo che ne farò tutt'altro che estremo.

Se e quando avrò dei problemi interverrò sostituendo tutto il necessario.

  • Spazio pubblicitario
Wolter
utente
utente
Messaggi: 144
Iscritto il: 25/09/2018, 9:31
LocalitĂ : Pisa

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda Wolter » 23/11/2018, 17:20

Nel rinnovare l'invito a darmi suggerimenti su come migliorare il trattamento pistone e testa del cilindro, intanto vi mostro qualche piccolo passo avanti.

Il carburatore appena smontato:
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

ha visto giorni migliori, lo viviseziono fino all'ultimo pezzettino:

Immagine

e via a fare un bel bagnetto.





Al ritorno dalla cura:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Nel weekend conto di fare altri progressi... alla prossima!

  • Spazio pubblicitario
bastian
utente
utente
Messaggi: 403
Iscritto il: 15/04/2017, 22:38
LocalitĂ : toscana

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda bastian » 23/11/2018, 20:22

Secondo me hai fatto benissimo, se la vespa andava bene e sono quelli i km, non è mai consigliabile togliere parti originali per sostituirle con i ricambi odierni che non valgono nulla, per le fasce, quando non si cambiano è meglio non smontarle, se hanno lavorato in quel modo vanno lasciate come sono, spostarle è solo dannoso. Inoltre ricordo che il motore della vespa è sconsigliato rettificarlo, questo è quello che consigliavano nei vari corsi, i tecnici ci dicevano che il motore della vespa se rettificato non va mai più come prima, allora si cambiava cilindro e pistone con l'originale e il motore ritornava perfetto, più o meno con la stessa spesa. Questo è quello che ho sentito con le mie orecchie e toccato con mano. I righi sul pistone non capisco cosa possono danneggiare se appena sono visibili, assolutamente nulla. Stai tranquillo!! :wink: :wink:

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
marcello4895
utente
utente
Messaggi: 1775
Iscritto il: 01/02/2015, 12:54
LocalitĂ : Toscana

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda marcello4895 » 24/11/2018, 10:59

Wolter ha scritto:Jason rispetto tantissimo la tua opinione, ma non sono completamente d'accordo con te.
La filosofia alla base di questo restauro è: cercare di recuperare il più possibile i componenti originali, sostituendo solo l'indispensabile.
Sulla carrozzeria purtroppo non avevo scelta, lo stato di partenza non consentiva un recupero conservativo per me soddisfacente e le vernici di oggi, si sa, non sono le stesse dell'epoca: pace.
Il motore ha 18mila km originali, fatti tutti dallo stesso proprietario che ha sempre curato la manutenzione ordinaria e mai avuto problemi.
E' stato poi fermo diversi anni, ma prima di smontarlo andava in moto tranquillamente: cambio, frizione e tutto il resto era sempre al suo posto.
Sicuramente non è come nuovo ma credo (e spero, facendo gli scongiuri) che possa ancora andare avanti qualche anno, anche considerando l'utilizzo che ne farò tutt'altro che estremo.

Se e quando avrò dei problemi interverrò sostituendo tutto il necessario.

Le fasce elastiche non hanno una buona tenuta visto il pistone tutto nero, io almeno quelle le mettevo nuove. :wink:
Immagine

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
andre45wasp
moderatori
moderatori
Messaggi: 5722
Iscritto il: 29/01/2015, 23:04
LocalitĂ : Pavia

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda andre45wasp » 24/11/2018, 22:20

cmq le fasce si possono toglire pulirle e rimetterle nella giusta sequenza (quella che era sopra di nuovo sopra, quella sotto ancora sotto...) hanno il piolo di centraggio quindi sono obbligare a tornare dov'erano... si possono togliere e mettere 2500 mila volte...
senza contare che i depositi carboniosi e l'olio incombusto si annida li dietro e tutti sanno che diventa un ottimo collante... vedi casi di fasce bloccate...
il pistone deve essere il piu liscio possibile per nn creare attriti con la camicia del cilindro , Äľalluminio reso poroso favorisce il surriscaldamento e il grippaggio..
nn a caso i pistoni piu performanti hanno il mantello trattato anti attrito...
Immagine

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
marcello4895
utente
utente
Messaggi: 1775
Iscritto il: 01/02/2015, 12:54
LocalitĂ : Toscana

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda marcello4895 » 24/11/2018, 23:13

andre45wasp ha scritto:cmq le fasce si possono toglire pulirle e rimetterle nella giusta sequenza (quella che era sopra di nuovo sopra, quella sotto ancora sotto...) hanno il piolo di centraggio quindi sono obbligare a tornare dov'erano... si possono togliere e mettere 2500 mila volte...
senza contare che i depositi carboniosi e l'olio incombusto si annida li dietro e tutti sanno che diventa un ottimo collante... vedi casi di fasce bloccate...
il pistone deve essere il piu liscio possibile per nn creare attriti con la camicia del cilindro , Äľalluminio reso poroso favorisce il surriscaldamento e il grippaggio..
nn a caso i pistoni piu performanti hanno il mantello trattato anti attrito...

Quoto e aggiungo che nella parte alta di solito si rimonta la fascia che ha piĂą tenuta delle due usate, quindi si possono anche invertire visto che sono identiche. :wink:
Immagine

  • Spazio pubblicitario
bastian
utente
utente
Messaggi: 403
Iscritto il: 15/04/2017, 22:38
LocalitĂ : toscana

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda bastian » 25/11/2018, 2:11

Invertire le fasce significa farle lavorare in una nuova posizione sul cilindro, manovra del tutto errata, quei righi sul cilindro non pregiudicano assolutamente nulla, i motori non grippano di certo per quel motivo, ma per ben altro, ma per favore, inoltre quando si tolgono le fasce dal pistone prima regola anche se è un pagliativo spazzolare il cilindro e sostituirle, ripulire la sede e rimontarle non serve a nulla anzi si peggiorano le cose, devono restare nella sua posizione, basta solo controllare che siano libere ai lati della gola. Inoltre sostituire le fasce su un cilindro che ha lavorato non è consigliabile neanche se spazzolato, quindi se il motore ha una buona compressione e va bene non vedo perchè toccarlo, ricordando che rettificarlo è dereterio e sostituirlo con i cilindri di oggi meglio lasciar perdere. Il mio consiglio per tutti, quando si decide di revisionare un motore come questo con soli 18000 km e ben tenuto, prima si cerca di metterlo in moto, si prova per bene per vedere come va, se si evidenziano difetti allora si procede con il controllo e si elimina quello che serve, stravolgere l'originalità di questi motori non va bene. Gli acciai che si usavano a quei tempi oggi non sanno neanche cosa sono. I motori stravolti vanno perchè usati per andare alle manifestazioni in cravatta, quando si facevano gli usi più duri e più utili facevano la differenza, ma erano fatti da mamma Piaggio non dai cinesi e compani. :wink: :wink: :wink: :wink:

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
marcello4895
utente
utente
Messaggi: 1775
Iscritto il: 01/02/2015, 12:54
LocalitĂ : Toscana

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda marcello4895 » 25/11/2018, 11:39

bastian ha scritto:Invertire le fasce significa farle lavorare in una nuova posizione sul cilindro, manovra del tutto errata, quei righi sul cilindro non pregiudicano assolutamente nulla, i motori non grippano di certo per quel motivo, ma per ben altro, ma per favore, inoltre quando si tolgono le fasce dal pistone prima regola anche se è un pagliativo spazzolare il cilindro e sostituirle, ripulire la sede e rimontarle non serve a nulla anzi si peggiorano le cose, devono restare nella sua posizione, basta solo controllare che siano libere ai lati della gola. Inoltre sostituire le fasce su un cilindro che ha lavorato non è consigliabile neanche se spazzolato, quindi se il motore ha una buona compressione e va bene non vedo perchè toccarlo, ricordando che rettificarlo è dereterio e sostituirlo con i cilindri di oggi meglio lasciar perdere. Il mio consiglio per tutti, quando si decide di revisionare un motore come questo con soli 18000 km e ben tenuto, prima si cerca di metterlo in moto, si prova per bene per vedere come va, se si evidenziano difetti allora si procede con il controllo e si elimina quello che serve, stravolgere l'originalità di questi motori non va bene. Gli acciai che si usavano a quei tempi oggi non sanno neanche cosa sono. I motori stravolti vanno perchè usati per andare alle manifestazioni in cravatta, quando si facevano gli usi più duri e più utili facevano la differenza, ma erano fatti da mamma Piaggio non dai cinesi e compani. :wink: :wink: :wink: :wink:


Che corso hai fatto per dire che è errato invertire le fasce?
Quindi un motore con un pistone nero in quella maniera te lo rimonti e via? non pulisci le sedi e non cambi le fasce? Allora tanto vale non aprirlo neanche se devi lasciare le fasce vecchie....
Immagine

  • Spazio pubblicitario
bastian
utente
utente
Messaggi: 403
Iscritto il: 15/04/2017, 22:38
LocalitĂ : toscana

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda bastian » 25/11/2018, 13:13

marcello4895 ha scritto:
bastian ha scritto:Invertire le fasce significa farle lavorare in una nuova posizione sul cilindro, manovra del tutto errata, quei righi sul cilindro non pregiudicano assolutamente nulla, i motori non grippano di certo per quel motivo, ma per ben altro, ma per favore, inoltre quando si tolgono le fasce dal pistone prima regola anche se è un pagliativo spazzolare il cilindro e sostituirle, ripulire la sede e rimontarle non serve a nulla anzi si peggiorano le cose, devono restare nella sua posizione, basta solo controllare che siano libere ai lati della gola. Inoltre sostituire le fasce su un cilindro che ha lavorato non è consigliabile neanche se spazzolato, quindi se il motore ha una buona compressione e va bene non vedo perchè toccarlo, ricordando che rettificarlo è dereterio e sostituirlo con i cilindri di oggi meglio lasciar perdere. Il mio consiglio per tutti, quando si decide di revisionare un motore come questo con soli 18000 km e ben tenuto, prima si cerca di metterlo in moto, si prova per bene per vedere come va, se si evidenziano difetti allora si procede con il controllo e si elimina quello che serve, stravolgere l'originalità di questi motori non va bene. Gli acciai che si usavano a quei tempi oggi non sanno neanche cosa sono. I motori stravolti vanno perchè usati per andare alle manifestazioni in cravatta, quando si facevano gli usi più duri e più utili facevano la differenza, ma erano fatti da mamma Piaggio non dai cinesi e compani. :wink: :wink: :wink: :wink:


Che corso hai fatto per dire che è errato invertire le fasce?
Quindi un motore con un pistone nero in quella maniera te lo rimonti e via? non pulisci le sedi e non cambi le fasce? Allora tanto vale non aprirlo neanche se devi lasciare le fasce vecchie....

Come battuta non mi fa ridere :big_smile: :big_smile: ...io avrei esordito diversamente... ma di corsi diversi, anzi tanti.... più quelli a Pontedera, ma quando si invertono le fasce si cambiano di posizione sul cilindro almeno questo dovresti saperlo, quindi se il cilindro non è consumato uniformemente, la fascia non aderisce bene e il motore non va come deve andare,
Il discorso di cambiare le fasce può essere valido in parte, problema sempre quello detto sopra, e allora si ripuliscono le sedi, ma se non le cambi meglio non toccare nulla, poi ognuno è libero di fare e pensare ciò che vuole. :wink: :wink: :wink:

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
marcello4895
utente
utente
Messaggi: 1775
Iscritto il: 01/02/2015, 12:54
LocalitĂ : Toscana

Re: Restauro PX150E classe '82.

Messaggioda marcello4895 » 25/11/2018, 14:40

bastian ha scritto:Come battuta non mi fa ridere :big_smile: :big_smile: ...io avrei esordito diversamente... ma di corsi diversi, anzi tanti.... più quelli a Pontedera, ma quando si invertono le fasce si cambiano di posizione sul cilindro almeno questo dovresti saperlo, quindi se il cilindro non è consumato uniformemente, la fascia non aderisce bene e il motore non va come deve andare,
Il discorso di cambiare le fasce può essere valido in parte, problema sempre quello detto sopra, e allora si ripuliscono le sedi, ma se non le cambi meglio non toccare nulla, poi ognuno è libero di fare e pensare ciò che vuole. :wink: :wink: :wink:

Allora mi sa che dormivi ai corsi.... :big_smile: :wink:
La battuta sui cilindri che non si rettificano mi è piaciuta tanto..... :wink: :big_smile:
Immagine

  • Spazio pubblicitario

Torna a “Vespa: restauro - notizie storiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti

cron

Approfitta degli sconti offerti dai venditori convenzionati con Vespa Forever, iscriviti al forum per accedere all'area convenzioni


convenzione sconti motocenter vespaforever ricambi vespa e scooter convenzione sconti 2per100 vespaforever ricambi vespa e scooter convenzione sconti 10pollici vespaforever ricambi vespa e scooter, registrati al forum per ottenerli