Condividi

ricambi vespa

ANTICIPO: alcuni esempi

Domande e risposte frequenti sulla Vespa (F.A.Q.)

Moderatori: JasonPX, Gianluca, 150, andre45wasp, Mimmo, Moderatori

Avatar utente
150
moderatori
moderatori
Messaggi: 5868
Iscritto il: 24/01/2015, 19:19
Località: san severo ( FG)

ANTICIPO: alcuni esempi

Messaggioda 150 » 26/02/2015, 0:11

AUTORE WINTER89 Inserito il - 27/12/2007 : 13:57:37

per motore PX
2007122405122_1.jpg
200712240520_2.jpg
2007122405232_3.jpg
2007122405358_4.jpg



questi sono esempi di posizione statore per anticipo
gli anticipi per i motori elaborati si possono variare a vostro
piacimento,ma non bisogna esagerare si possono bucare i pistoni.


per motore PK

2007122405122_1.jpg
20071226131552_2.jpg
20071226131612_3.jpg
20071226131637_4.jpg


per vespa HP

20071226131637_4.jpg
20071226165455_2.jpg
20071226165514_3.jpg
20071226165534_4.jpg



AUTORE VESPA 90 Inserito il - 27/12/2007 : 23:50:05

ANTICIPO SU VESPE 50 N-L-R-SPECIAL

RIFERIMENTI RISPETTO ALL'ORIGINALE (le tacche sono casuali ma servono come riferimento per avere una idea dell'anticipo, la tacca di anticipo originale può essere tracciata ovunque sia possibile e comodo)

per ottenere 17° ruotare in senso orario di 3-4mm, per 16° di 5mm sempre in senso orario.

Anticipo a 19° per cilindri originali
Anticipo a 17° per cilindri: 50cc non originali (DR, Polini, Piaggio 3 travasi per ape), 60cc, 75cc, 85cc, 102cc, 115cc e 125cc (anche originali)
Anticipo a 16° per cilindri: 121 elaborazione (es. Pinasco) e 130cc


20071226165455_2.jpg



AUTORE CARLO 75 Inserito il - 12/07/2008 : 10:21:46

Due o tre cose in più sull'anticipo...
(raccolta di domande e risposte liberamente tratte da interventi sul forum)

D. ""Piu' ritardi l'anticipo,piu' sale di giri..
Ma meno rende ai bassi!"
quindi ritardare l'anticipo vuol dire diminuire i gradi (es da 20° passo a 17°)
E' vero che con minor anticipo (come si consiglia dalle case tipo polini malossi nel montaggio dei propri gruppi termici) si aumenta il numero di giri?
Se le case consigliano di ridurre l'anticipo per motivi di sicurezza (riscaldamento ecc), come mai si sale piu' di giri? non e' un controsenso?"

R. Quello che c'è scritto è tutto vero. Diminuendo l'anticipo (ad es passando da 20° a 17°) si aumentano generalmente le capacità di allungo del motore; allo stesso tempo le case consigliano di ridurre l'anticipo per migliorare l'affidabilità e per ridurre i rischi di surriscaldamento del gruppo termico (ed anche, aggiungo io, per adeguarlo al regime di giri generalmente maggiore per il quale il gt è stato progettato).

Le due cose non sono assolutamente in contrasto, ed il motivo ora cerco di spiegartelo (l'argomento è molto interessante e meriterebbe un maggior approfondimento, ma qui cercherò di fare un riassunto).

Fondamentalmente, a parità di fasatura di scarico, diminuendo l'anticipo la combustione avviene più in ritardo e quindi passa minor tempo tra l'inizio della combustione stessa ed il momento in cui i gas combusti defluiscono nello scarico. Questo fatto fa si che essi cedano meno calore alla camera di scoppio (testa, pistone, cilindro ecc.) diminuendo di fatto le temperature operative e allontanando i rischi di grippaggi, detonazione ecc.
..ma questo stesso fatto è anche responsabile del miglior rendimento ad alti giri che si ha con la riduzione dell'anticipo. Infatti, se i gas cedono meno calore alla camera di combustione, significa che escono dalla luce di scarico più caldi. I gas più caldi però impiegano meno tempo a percorrere la marmitta ad espansione in andata e ritorno (la temperatura dei gas di scarico è un parametro che influisce sul dimensionamento dell'espansione), la quale si comporta pertanto come se fosse più corta spostando di fatto il rendimento verso i giri più elevati. Affascinante, no?
Tra l'altro questo discorso delle temperature dei gas di scarico spiega anche perchè smagrendo la carburazione (entro certi limiti), ed ottenendo quindi dei gas di scarico più caldi, si ottenga anche in questo caso un miglior allungo del motore.
Sul mio Malossi ad esempio questo fenomeno si avverte nettamente, con 2-3 punti in meno di getto max tende ad allungare di più e a fare meno "muro" agli alti regimi...poi però la prudenza mi spinge a "tenermi dalla parte del giusto" ripristinando una carb corretta o addirittura leggermente grassa..."

D. "io credo che..
L'anticipo agisce da "freno" agli alti regimi,perche anticipando si aumenta la "pressione" nella camera di scoppio(si ache la temperatura,ma nn c'entra ).
quindi ritardando l'accensione e' come se avessimo un volano piu' leggero:piu' inerzia,piu' giri..
Il pistone salendo verso la testa,incontra meno resistenza al suo avanzamento causato dall'accensione della miscela aria/benzina,che avvenendo mentre lui nn e' ancora a PMS,lo frena. questo fenomeno avviene meno ad anticipo ritardato."

R. "quello che scrivi tu riguardo al discorso del troppo anticipo che può fungere da "freno" agli alti regimi è corretto, ma non è l'unico motivo e nemmeno il più importante,in quanto altrimenti non si spiegherebbe come mai appunto nel 4 tempi si tenda ad aumentare l'anticipo agli alti giri, anzichè diminuirlo.
E' cmq in questo caso un fattore che va a sommare i suoi effetti a quelli della temperatura dei gas di scarico quindi diciamo che si tratta di due spiegazioni entrambe corrette e "complementari"."


D. "La benzina impiega un certo tempo per accendersi-esplodere e quindi per creare l'energia necessaria per far girare il motore.
L'anticipo di accensione serve ad avviare il processo di combustione un istante prima che il cilindro arrivi al PMS in maniera che l'energia venga scaricata subito dopo il sorpasso di questo punto e possa essere sfruttata il più possibile.
Con l'aumentare del numero di giri il tempo utile alla candela per accendere la miscela diminuisce."

R. "Si, il tuo discorso non fa una piega, ed è la spiegazione del perchè bisogna, o meglio bisognerebbe, incrementare l'anticipo con l'aumentare del numero dei giri, per ottenere sempre il picco di massima pressione in camera di scoppio al momento giusto, nonostante il minor tempo a disposizione.
Però nel due tempi "spinto" esiste un altro fenomeno che agisce in direzione opposta a quello che tu hai detto, ed è appunto il discorso della temperatura dei gas in uscita dal cilindro e di come questo interagisca con lo scarico ad espansione.

Ciò spiega, tra l'altro, per quale motivo nel motore a quattro tempi l'anticipo vada progressivamente aumentato passando dai bassi regimi ai più alti, proprio per lasciare il tempo necessario alla combustione prima che il pistone si allontani troppo dal PMS; al contrario nel motore a 2 tempi l'anticipo, partendo dal regime di minimo, idealmente andrebbe aumentato solo fino ad un determinato regime, dopodichè deve veneir diminuito, per le ragioni che ho detto sopra."


D. "Il PX125 ha l'anticipo a 18°

-GT come Polini e Pinasco, hanno nel libretto di istruzioni il consiglio di portare l'anticipo a 19° questo comporta una ripresa migliore, un motore più accattivante, ma il gruppo termico tende a scaldare di più(San grippino sta seduto in sella con te) e ATTENZIONE a non esagerare perchè si rischia di bucare!
- nel GT della DR invece non c'è scritto nulla e si può lasciare l'anticipo in posizione originale.
c'è dire però che anche con esso si può aumentare l'anticipo come per il Polini e Pinasco, sempre stando molto attenti!!
-in alternativa, per avere un GT che duri nel tempo e che dia più affidabilità, si può agire al contrario,girando il piatto in senso orario, ossia ritardando l'anticipo e portandolo dai 18° originali a 17°
-Un ritardo dell'anticipo si può fare TRANQUILLAMENTE perchè non comporta nessun problema, si può fare a tutti i GT sopra elencati e ne consegue che il GT scalda meno, sarà meno aggressivo nei bassi giri, ma allungherà di più prendendo anche qualche giro in più...ricordando l'affidabilità.

R. "Quello che hai scritto è tutto giusto...posticipando leggermente l'anticipo come hai fatto tu, non si hanno inconvenienti, ma al contrario si diminuisce la produzione di calore, allontanando in rischio di grippaggi e battiti in testa, e si aumenta la propensione del motore all'allungo...il tutto al solo prezzo di un motore leggermente meno pronto e reattivo ai bassi-medi regimi.

Diminuendo l'anticipo le marce sembrano essersi allungate proprio perchè il motore ha perso qualcosa in basso, guadagnando però in allungo (un pò come succede quando si monta una espansione).
Sull'anticipo avevo effettuato varie prove col 102 e 112 cc constatando che una variazione di 2° di anticipo è perfettamente avvertibile, con anticipo a 18° si ha un motore più ruvido e una maggior tendenza a murare, anche se con una coppia leggermente maggiore. Al contrario con anticipo a 16°, il motore si distende nettamente meglio in allungo (quasi 1000 giri in più nelle marce intermedie). Personalmente preferisco che l'anticipo sia un pò inferiore, non mi piace sentire il motore che "mura" e non mi piace rischiare di scaldare.."
Immagine

  • Spazio pubblicitario

Torna a “Domande frequenti sulla Vespa (F.A.Q.)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite