Surriscaldamento motore vespa 130 polini

Elaborare la Vespa smallframe corsa corta e corsa lunga

Moderatori: JasonPX, andre45wasp, Mimmo, 150, Gianluca, Moderatori

Nonno
utente
utente
Messaggi: 26
Iscritto il: 16/04/2018, 17:53
LocalitĂ : Modena

Surriscaldamento motore vespa 130 polini

Messaggioda Nonno » 25/05/2018, 11:50

Buongiorno a tutti,
Avrei un problema con la mia vespa 50 special così configurata:
-cilindro polini 130 testata racing
-carburatore phbl 24 (getto max 98 min 50)
-accensione pinasco flytech volano kg.1,4
-campana frizione denti dritti 27/69 olimpia
-candela ngk br9hs
-marmitta giannelli racing
Come da titolo il motore scalda tantissimo (fino a 180 gradi rilevati con sip koso 2.0) e non rende come dovrebb (velicita’ di punta scarsa) intendiamoci, la vespa è reattiva e briosa ma quando è ora di arrivare al massimo tende a murare. Attualmente, in seguito a due pesanti scaldate il cilindro è stato rettificato e rimontato con basetta di 2 mm.
Ormai le ho provate tutte, anticipo, carburazione, modifica cuffia cilindro (tipo quella della drt con le due aperture a livello della testa) cambio ventola pinasco con vespatronic (secondo me peggiorando le cose), insomma non riesco a raffreddare sto benedetto motore... qualcuno mi può aiutare?

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
p3pp3
utente
utente
Messaggi: 229
Iscritto il: 24/09/2017, 16:00
LocalitĂ : Trapani

Re: Surriscaldamento motore vespa 130 polini

Messaggioda p3pp3 » 25/05/2018, 12:22

Ciao,

Anticipo? Troppo anticipo potrebbe portare a murare in alto e a surriscaldare.

Carburazione, il colore candela come esce? Nelle medie aperture Ă© ben carburata?

Rapporto di compressione ed altezza di squish? Visto che hai basettato penso che hai rilavorato la testa o la parte superiore del cilindro per sistemare le quote, se è troppo compressa o lo squish troppo ridotto potrebbe murare in alto, detonare e surriscaldare.

  • Spazio pubblicitario
Nonno
utente
utente
Messaggi: 26
Iscritto il: 16/04/2018, 17:53
LocalitĂ : Modena

Re: Surriscaldamento motore vespa 130 polini

Messaggioda Nonno » 25/05/2018, 16:35

Ciao e grazie per la risposta,
Guarda, sull’anticipo ci ho lavorato parecchio senza ottenere risultati significativi comunque appena mi arriva la pistola stroboscopica lo aggiusto con precisione. Il ragazzo che mi ha basettato il cilindro mi ha detto di aver lavorato su i travasi e sulla testa per avere il giusto squish, la carburazione al momento tende al grasso per evitare spiacevoli inconvenienti. Ti faccio un paio di domande: potrebbe essere che soltanto lo squish errato mi causi questo problema? Inoltre io monto il sensore temperatura sotto candela senza aver tolto la rondella dalla suddetta, potrebbe essere una causa anche questa?
Il motore scalda davvero tanto, al punto che dopo una quindicina di km con punte di velocità a 75 km/h arrivo a 180 gradi e una volta fermo sento che è tutto il motore a surriscaldarsi (statore,cuffia cilindro,blocco motore) potrebbe essere, che ne so’, poco o troppo olio nel motore?
Scusa se sono vago ma non ci salto fuori, mi viene quasi voglia di cambiare gruppo termico e metterne uno in alluminio!!!

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
p3pp3
utente
utente
Messaggi: 229
Iscritto il: 24/09/2017, 16:00
LocalitĂ : Trapani

Re: Surriscaldamento motore vespa 130 polini

Messaggioda p3pp3 » 25/05/2018, 20:14

Lo squish potrebbe aggirarsi sul millimetro ad esempio, ed avresti un buon funzionamento della banda di squish ed in buona sicurezza, su motori stradali /tranquilli secondo me non conviene diminuirne ancora l'altezza.
Sul discorso squish errato, se hai un'altezza di squish maggiore avrai un rendimento del motore minore, se abbassi di conseguenza avrai un rendimento maggiore; più si abbassa e più aumenta il moto vorticoso impresso alla miscela nella camera di combustione di conseguenza l'accensione della miscela avviene in maniera più completa ed il fronte di fiamma si propaga più velocemente (perchè durante l'accensione c'è un moto vorticoso che rimescola la miscela e quindi aiuta il completo e veloce propagarsi dello "scoppio" chiamamolo così), da questo se ne deduce che variando l'altezza di squish sarebbe corretto rivedere anche un pò l'anticipo.

Con il sensore sottocandela sarebbe corretto eliminare la rondella originale per non allontanare gli elettrodi dalla carica fresca di miscela.

La temperatura presa in quel punto secondo me è normale che sia così elevata, sei a pochi millimetri dalla camera di combustione!
Calcola che per permettere alla candela di lavorare in modo ottimale la temperatura di esercizio dovrebbe essere compresa tra 450°C e 850°C. Questo range, chiamato “temperatura di autopulizia”, permette di bruciare eventuali accumuli di residui carboniosi sulla punta dell’isolatore, sotto i 450° incominciano gli imbrattamenti, sopra gli 850 gradi si entra in zona di possibili preaccensioni.
Quindi, trovarsi con 180 gradi in quel punto credo sia normale, anche perchè lì è materiale pieno, non ci sono alette che dissipano.
Prova a spostare il sondino ad esempio su un prigioniero oppure nella vite cuffia sul cilindro, vedrai che le temp. si abbasseranno a livelli ragionevoli.
Range-Temperatura-Candela.jpg

  • Spazio pubblicitario

Torna a “Elaborazioni: Vespe smallframe”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti