VespaForever pubblicizza la tua azienda ricambi Vespa sul nostro forum

Restauro Vespa GS 160 1963

Informazioni per un corretto restauro della Vespa

Moderatori: JasonPX, Mimmo, 150, Gianluca, andre45wasp, Moderatori

Avatar utente
franzpero
utente
utente
Messaggi: 1592
Iscritto il: 16/02/2015, 9:07
LocalitĂ : Verona

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda franzpero » 07/12/2018, 11:25

Ciao, penso proprio di no perché mancando la batteria non si alimenta il circuito di accensione, almeno questo è quanto ricordo della vespa del mio amico. Senza la batteria non c'è modo di accenderla, neanche a spinta.
Se hai modo, per cortesia fammi una foto dettagliata dello statore e dei cablaggi, come ben sai non mi convincono molto.
Fracesco

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 225
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 07/12/2018, 11:57

franzpero ha scritto:Ciao, penso proprio di no perché mancando la batteria non si alimenta il circuito di accensione, almeno questo è quanto ricordo della vespa del mio amico. Senza la batteria non c'è modo di accenderla, neanche a spinta.
Se hai modo, per cortesia fammi una foto dettagliata dello statore e dei cablaggi, come ben sai non mi convincono molto.
Fracesco

Mi spiace, ma il motore è già chiuso e proprio per evitare di fare danni con volano ecc. non posso farti le foto. Però proprio a seguito delle tue spiegazioni ho contattato il meccanico che ha revisionato il motore. La basetta non è stata messa perché era irrecuperabile e i collegamenti li ha scritti su un foglio per eseguirli correttamente.
Per quanto ho scritto prima riguardo l'accensione concordi?
Grazie.

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 225
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 07/12/2018, 15:04

Ecco a voi le altre fasi del rimontaggio. Infine la settimana prossima si faranno i collegamenti e via col primo avviamento. :big_smile:

IMG-20181207-WA0007-1.jpg

IMG-20181207-WA0008-1.jpg

IMG-20181207-WA0010-1.jpg


Ciaooo.

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
franzpero
utente
utente
Messaggi: 1592
Iscritto il: 16/02/2015, 9:07
LocalitĂ : Verona

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda franzpero » 08/12/2018, 8:19

FrancescoVespista ha scritto:Mi spiace, ma il motore è già chiuso e proprio per evitare di fare danni con volano ecc. non posso farti le foto. Però proprio a seguito delle tue spiegazioni ho contattato il meccanico che ha revisionato il motore. La basetta non è stata messa perché era irrecuperabile e i collegamenti li ha scritti su un foglio per eseguirli correttamente.
Per quanto ho scritto prima riguardo l'accensione concordi?
Grazie.

Ciao, se il meccanico da come dici ha fatto un lavoro accurato non dovrebbero esserci problemi.
Certo concordo con quanto detto sull'accensione.
Stai facendo un ottimo lavoro nel rimontaggio.
Francesco

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 225
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 08/12/2018, 11:08

franzpero ha scritto:
FrancescoVespista ha scritto:Mi spiace, ma il motore è già chiuso e proprio per evitare di fare danni con volano ecc. non posso farti le foto. Però proprio a seguito delle tue spiegazioni ho contattato il meccanico che ha revisionato il motore. La basetta non è stata messa perché era irrecuperabile e i collegamenti li ha scritti su un foglio per eseguirli correttamente.
Per quanto ho scritto prima riguardo l'accensione concordi?
Grazie.

Ciao, se il meccanico da come dici ha fatto un lavoro accurato non dovrebbero esserci problemi.
Certo concordo con quanto detto sull'accensione.
Stai facendo un ottimo lavoro nel rimontaggio.
Francesco

Grazie Francesco.
Io ho seguito umilmente tutti i passaggi del restauro, dedicandomi alla caccia dei ricambi, studiando i particolari e intrattenendo i rapporti con le varie officine che hanno eseguito lavori vari sul mezzo. L'accuratezza del lavoro alla carrozzeria e al rimontaggio è dovuta solo all'esperienza e alla competenza del nostro amico carrozziere che si sta dedicando a pieno giorno e notte. Purtroppo già oggi sarebbe dovuta essere completata però mancano alcuni ricambi che arriveranno lunedì. Dopo la fine della fase del rimontaggio arriverà, come anticipato, quella dei collegamenti che devono essere mooolto precisi (dal punto di vista elettrico, sono stati rispettati precisamente tutti i Watt delle lampadine per evitare danneggiamenti).
Tengo ad aggiungere che su queste GS 160 ho avuto modo di constatare che sono stati montati, fino ad un certo numero di telaio (all'incirca il 52400), dei contachilometri con strumento del GS 150 VS5 (si nota dal particolare portalampada) e quadrante NON a finestrelle, come sulla 150, ma con spazio unico per le cifre dei chilometri. Dal numero telaio 52400 in poi il contachilometri acquista il portalampade della 180 SS o 180 Rally con attacco a baionetta, pur rimanendo identico il quadrante. Qui iniziano dei problemini, in realtà inesistenti, per quel che concerne il portalampada poichè spesso non viene specificato che quest'ultimo si è applicato anche sull'ultima metà di GS 160 seconda serie, indicando solo i modelli Rally/SS ecc. Una volta individuata la compatibilità si procede nuovamente. Questo a titolo informativo.
La prossima settimana, invece, terrei a mostrarvi un altro particolare interessante.

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 225
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 08/12/2018, 11:12

Ecco i pezzi lucidati in attesa di essere rimontati.

IMG-20181208-WA0000-1.jpg


P.S. Aspettiamo con ansia che arrivino gomme e camere d'aria in modo tale da vederla reggersi sulle proprie gambe. :big_smile:

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 225
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 08/12/2018, 13:21

Altre fasi del montaggio. :mipiace:

IMG-20181208-WA0005.jpg

IMG-20181208-WA0006.jpg

IMG-20181208-WA0010.jpg

IMG-20181208-WA0008.jpg

IMG-20181208-WA0009-1.jpg

IMG-20181208-WA0011.jpg


Saluti.

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 225
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 08/12/2018, 13:23

Che voi sappiate, magari se avete visto qualche conservato, i numeri marce vanno colorati sul manubrio?
Grazie.

  • Spazio pubblicitario
Avatar utente
franzpero
utente
utente
Messaggi: 1592
Iscritto il: 16/02/2015, 9:07
LocalitĂ : Verona

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda franzpero » 09/12/2018, 8:41

Ciao, se i numeri delle marce siano colorati oppure no proprio non lo ricordo, mi spiace.
Tornando al discorso batteria ho parlato con un amico il quale mi ha spiegato che la durata in efficienza di una batteria al piombo ha una vita media di circa due anni poi la sua efficienza scema progressivamente ed iniziano i problemi.... Altro fattore negativo erano i raddrizzatori al selenio che col tempo si ossidavano, perdendo capacitĂ  e procurando ritorni di corrente alla batteria che si danneggiava ulteriormente.
Che soluzione allora?
Ti riporto quanto mi ha detto: Sostituire la batteria con una di nuovo tipo al gel, ed acquistare un carica batterie con capacitĂ  di mantenimento della stessa in questo modo in caso di inutilizzo del mezzo si mantiene inalterato il funzionamento per un periodo anche superiore ai tre anni ma solo con batteria descritto e raddrizzatore a diodi.
Relativamente al discorso batteria ho letto di personaggi amanti della perfezione, che hanno svotato la batteria al piombo, ed al suo interno hanno inserito una al gel ottenendo così un'alimentazione del circuito con un componente di vecchio stile ma moderno all'interno.
Francesco

  • Spazio pubblicitario
FrancescoVespista
utente
utente
Messaggi: 225
Iscritto il: 19/08/2017, 18:11
LocalitĂ : Melendugno (Lecce)

Re: Restauro Vespa GS 160 1963

Messaggioda FrancescoVespista » 09/12/2018, 8:49

franzpero ha scritto:Ciao, se i numeri delle marce siano colorati oppure no proprio non lo ricordo, mi spiace.
Tornando al discorso batteria ho parlato con un amico il quale mi ha spiegato che la durata in efficienza di una batteria al piombo ha una vita media di circa due anni poi la sua efficienza scema progressivamente ed iniziano i problemi.... Altro fattore negativo erano i raddrizzatori al selenio che col tempo si ossidavano, perdendo capacitĂ  e procurando ritorni di corrente alla batteria che si danneggiava ulteriormente.
Che soluzione allora?
Ti riporto quanto mi ha detto: Sostituire la batteria con una di nuovo tipo al gel, ed acquistare un carica batterie con capacitĂ  di mantenimento della stessa in questo modo in caso di inutilizzo del mezzo si mantiene inalterato il funzionamento per un periodo anche superiore ai tre anni ma solo con batteria descritto e raddrizzatore a diodi.
Relativamente al discorso batteria ho letto di personaggi amanti della perfezione, che hanno svotato la batteria al piombo, ed al suo interno hanno inserito una al gel ottenendo così un'alimentazione del circuito con un componente di vecchio stile ma moderno all'interno.
Francesco

Ciao Francesco, grazie della risposta.
Ho seguito alla lettera quello che hai appena detto tu. Avevo già comprato la batteria al gel (involucro esterno uguale a quella all'acido) e raddrizzatore al silicio a ponte di diodi. Lunedì mi arriva anche il mantenitore.
Su questi problemi elettrici mi sono informato abbastanza bene per limitarli per quanto piĂą possibile.
Grazie.

  • Spazio pubblicitario

Torna a “Vespa: restauro - notizie storiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite